domenica 13 settembre 2009

Vita di paese

Questo è un paesotto, non è una città!!!
I bar sembrano quelli che c'erano dalle mie parti 30 anni fa, le signorotte girano con scamiciati dei colore più smorti di questa terra, gli uomini invece con bastone e coppola. Fantastico!

Volevo raccontarvi un paio di scene pazzesche a cui ho assistito qualche giorno fa nei 500 metri che mi dividono dal supermercato.

Passo davanti ad un parrucchiere (qui ce ne sono ogni centro metri, ma di questo vi racconterò più avanti) e vedo 3 donne fuori dal negozio, tutte e tre con sigaretta in mano. Niente di strano direte, se non fosse che una delle 3, la cliente, in quel momento si trovasse seduta per terra (non su un gradino, proprio sulla pavimentazione del marciapiede) intenta a raccontare qualche storia alle altre.. con la tinta sui capelli messa da poco!!! Aveva un imbarazzante pettinatura alla Tutti pazzi per Meri, dovuta all'impasticciamento per la colorazione appena spalmata contro la ricrescita.. Ahimè non avevo con me la macchina fotografica..
Proseguo ridendo come una matta e passo davanti all'edicolante di chiari origini pakistane (barba lunga e appuntita). Stranamente si trova fuori dal baldacchino dei giornali..ma poi ho capito perchè! Certo, non poteva tagliarsi le unghie con il trochesino dentro al suo posto di lavoro! Molto meglio mettersi in mezzo al marciapiede rischiando di uccidere qualche passante! Forse è una nuova arma di distruzione di massa?!
Adoro questo posto!!!!

3 commenti:

Marco ha detto...

è proprio il "paesotto" che fa per me...
Io ho provato a Padova a stare seduto a terra a raccontare storie... non è così naturale.
Domani mi Pakistanizzo e apro un'edicola!

LullAry ha detto...

qui sembra tu possa far di tutto senza che nessuno dica niente, o quantomeno, non ti guardano male come succede da noi.

Vita di mamma ha detto...

Beh, nonostante tutto certe cose preferirei mantenerle private, diciamo ristrette al perimetro della mia casa de banho!!!

Posta un commento