venerdì 9 ottobre 2009

Eu chamo-me Ariananas

Il corso è oramai iniziato da un paio di settimane e devo dire che è uno spasso!
Fortunatamente la professora non è la signorina Rottermayer ma una graziosa cinquantenne, insegnante di francese, con cascetto nero e vestiti di colori sgargianti.
Siamo, a regime, circa una dozzina di estudantes ma in media ne mancano sempre 3 o 4.
Signori e signore, vi presento i componenti dell'allegra banda:
- Cin cin, cinesino piccolino e sempre sorridente. Viene a lezione con un librone di 5000 pagine, cioè il dizionario cinese-portoghese (e viceversa). Parla SOLO cinese, nessun'altra lingua! nemmeno inglese, francese, sanscrito, nulla!!! abbiamo ovviamente problemi di comunicazione.
- Ba, Balù e Balà, tre piccoli indiani scappati da qualche racconto di Agatha Christie. Ba ha una voce profondissima, non riesco mai a capire se sta ruttando o parlando. Balà assomiglia molto a Freddie Mercury, baffetto e capello scuri, alto e magro. Balù è buffissimo! Orecchie a sventola, sembra un pò una scimmietta, sempre sorridente e, non capisco perchè, ogni volta che sente pronunciare Pierre comincia a ridere come un matto e non riesce a fermarsi!
- Scamy, lo scamarcio di Bollywood! Davvero un bel tipo, ha la stessa pettinatura del nostro attore italiano, stessi occhi profondi ma il vantaggio di un'abbronzatura naturale panjabi. Simpatico, lavora in un ristorante e parla inglese che dice essere la sua lingua madre.
-Nmrtmnr, turco, ha un nome impossibile da dire e costituito da sole consonanti. Capello un pò lungo, tipo sgaio che ha vissuto anche in Italia per un pò.
- Afta, altro indiano ma non ho ben capito di che zona è. Questo è davvero il pezzo forte del gruppo. Parla continuamente, fa battute che non fanno ridere, corregge gli altri in modo sbagliato e vuole sempre essere lui a fare gli esercizi a voce senza che nessuno riesca a fermarlo..nemmeno per dirgli, puntualmente, che siamo in un altra pagina.
- Barba, new entry del gruppo. E' l'unica altra donna oltre a me, ceca, ha un'accento che più duro non si può e ieri aveva la barba più lunga dell'ing, approssimatamente di due giorni; forse va di silkEpil?
- Collins, si chiama come un dizionario ed è nigeriano. Non capisce niente! è in Portogallo da 5 anni e si è iscritto al corso perchè le sue due bimbe, nate qui, gli parlano in portoghese e lui non riesce a capirle.
- Gu, della Nuova Guinea sembra avere l'età di mio papà. Parla francese ed è ingegnere. Inventa un sacco di nuove parole portoghesi, chiaramente derivanti dal francese, e vuole convincere la prof che esistono davvero. Un pò come se io parlassi cosi : buongiornau professorau, tuttu benau?

L'allegra combriccola si divincola ogni giorno tra mille avventure.

*** Estratti dalla settimana scorsa ***

Professora: ragazzi, lunedì non ci sarà lezione perchè qui in Portogallo è festa nazionale.
Estudantes: evviva!!!!
Cin cin: ....... [faccia perplessa]
Professora: Cin cin, NON [gesticola con la mano un no] - c'è - lezione - lunedì.
Cin cin: ....... [faccia sempre più perplessa]
Professora: Qualcuno riesce a spiegarlo a Cin cin?
[con sorriso a 2000 denti, Afta di alza e va da Cin Cin]
Afta: Tu [e segna CinCin], lunedì [e lo segna sul calendario] dormire [e fa il segno della nanna]!!!
Cin cin: hihi hihihi hihihiihihi..
Estudantes: hahahahhahahahahah.
[tutti felici se ne vanno, ognuno con la consapevolezza che Cin Cin, il lunedì successivo, sarebbe stato puntualmente in classe,ma riposato]

Professora: oggi vi insegno le presentazioni. Allora, se una persona vi chiede 'come ti chiami?' dovete rispondere in questo modo 'Eu chamo-me Nome'. Per esempio, tu [e si rivolge a me] cosa dovresti dire?
Io: [con voce sicura] Eu chamo-me Ariananas.
Professora: perfetto. E tu Afta?
Afta: Eu chamo-me...Ariananas!
Professora: No, no, con il tuo nome!
Afta: Ok. Eu chamo-me...Ariananas!!
Estudantes: [ilarità]
Professora: devi dirlo con il tuo nome!!! Tipo io direi Eu chamo-me Professora, Ba direbbe 'Eu chamo-me Ba'. Tu cosa diresti?
Afta: Eu chamo-me.. Ariananas!!!
Professora: ... [getta la spugna e glielo scrive alla lavagna]
[beh ecco....durante tutta la lezione, ogni tanto, da dietro, si sentiva lui ripassare dicendo continuamente Io mi chiamo Ariananas. Ora ho il mio alter-ego indiano e ogni volta che mi presento a qualcuno non posso non mettermi a ridere..soprattutto perchè penso alla faccia che faranno a lui quando si presenterà col mio nome!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

AHAHAHAHA Esilarante questo racconto di scuola!!!
Una cosa non capisco... perchè Ariananas? a me sembra un frutto tropicale?

Marco "Ponch"

Marco ha detto...

io sono anonimo...

LullAry ha detto...

eh aprirò un post a riguardo...diciamo che qui nessuno riesce a dire correttamente il mio nome, e vanno molto di fantasia!
no non sei anonimo, sei Marco :-)

fatacarabina - remedios ha detto...

oh ecco finalmente ho trovato il link al tuo blog, che a me una veneziana a Lisbona, così a naso eh mi sta simpatica assai. Comincio a leggerti :)

cicciobomba ha detto...

mi sembra di rivivere il corso di português para estrangeiros che feci nella junta de freguesia de penha de frança quando arrivai.
non vi erano cinesi, ma molti pakistani, indiani, bengalesi, una nordafricana, svariati europei (ucraini, una polacca, una greca + italiani, francesi e spagnoli) + un'americana.
c'era un nucleo fammiliare pakistano al completo, presente in terra lusa già da 7/8 anni, in cui la moglie (che non spiccicava nessuna parola in lingue che non fossero la sua e probabilmente era la prima volta che usciva di casa) doveva chiedere il permesso al marito per poter rispondere (ovviamente in pashtu) alle domande postele dall'insegnante.
dopo alcune settimane, visto che l'apprendimento avveniva a velocità diverse e diverse erano le aspettative dei partecipanti al corso (c'era da una parte chi voleva imparare le varie coniugazioni verbali e poter leggere camões e dall'altra chi doveva solamente poter compilare il formulario per il permesso di soggiorno) la professora decise di separare in 2 la turma in una logica primomondista: da una parte gli occidentali e dall'altra gli asiatici (poteva tranquillamente mettere l'americana nell'altra turma: era assolutamente impedita).
il corso perse così molto del suo colore!

LullAry ha detto...

@fatacarabina: grazie per la fiducia, spero di allietare qualche tuo minuto di noia :-)
@cicciobomba: oddio, a me sembra essere andata meglio :-)

Posta un commento